Massaggiatori anticellulite: migliore massaggiatore contro la cellulite, recensioni, prezzi, marche

La cellulite viene chiamata così perché è una sorta di inestetismo della pelle, questa va a caratterizzare in misure differenti, tante donne, si manifesta con una forma irregolare sulla superficie dell’epidermide. Sono dei veri e propri piccoli buchetti, che spesso vengono chiamati anche pelle a buccia d’arancia. Si localizzano sulle cosce e sui glutei, ma potrà capitare anche sull’addome, sulle braccia e addirittura sulle ginocchia. Questa condizione può insorgere a causa di quelle che possono essere le predisposizioni genetiche, anche ereditarie oppure si manifesta per cause come vita sedentaria, utilizzo di tacchi in modo frequente, sovrappeso e non bere abbastanza acqua. Una soluzione o una mediazione può essere il massaggiatore per la cellulite. Vedremo una guida all’acquisto. Questo massaggiatore dovrà essere utilizzato assieme a l’azione costante che deve includere attività fisica regolare, corretta ed equilibrata alimentazione. Il massaggio anticellulite serve per far assorbire in modo rapido e profondo i prodotti che vengono applicati sulla pelle per contrastare la cellulite, perché il movimento che viene effettuato va a stimolare la circolazione.  Visto che la cellulite nasce proprio a causa dell’alterazione della microcircolazione sanguigna che compromette poi il corretto processo di lipolisi che l’organismo dovrebbe in realtà compiere, generando poi una conseguente ritenzione di liquidi e degli accumuli localizzati di grasso negli spazi intercellulari.

Massaggio anticellulite

Per essere effettivamente utile, però, questo massaggio dovrà essere fatto sempre in maniera frequente e anche costante, deve essere fatto dal basso verso l’alto così via per dieci minuti minimo. Tante persone non possono dedicarsi a tale pratica, per cui si ricorre a quello che il massaggiatore anticellulite elettrico, che permette di realizzare quella che è l’azione molto più efficace perché è più intensa e spesso anche rapida.

Massaggiatore manuale vs. elettrico

La prima decisione da prendere per acquistare quello che è un massaggiatore anticellulite è ciò che riguarda la sua tipologia, visto che in commercio oramai esistono due tipologie di modelli:

  • ci sono quelli con un funzionamento che è completamente manuale
  • ci sono quelli che, invece, hanno bisogno di un’alimentazione tramite il cavo elettrico o a pile che permetterà alle sfere massaggianti, o alle rotelle e alle setole di muoversi da sole.

Massaggiatore anticellulite elettrico

Il massaggiatore anticellulite elettrico è formato da una testina di setole che, una volta messa in funzione, provvederà a ruotare da sola su di sé. Ci sono anche degli altri tipi di massaggiatori elettrici in commercio che prevedono delle sfere o anche delle rotelle che potranno effettuare gli stessi movimenti rotatori, sono dei modelli in cui la loro azione  massaggiante sarà sicuramente più intensa di tutti i modelli manuali in cui è comunque solitamente richiesto un minimo sforzo dalla parte dell’utilizzatore che deve, solitamente, muovere in modo circolare il massaggiatore mentre la testina del massaggiatore ruoterà su se stessa, realizzando un’azione doppia e soprattutto molto efficace.
Un vantaggio che viene offerto da questo tipo di massaggiatore è che solitamente è sempre possibile selezionare il livello di intensità che viene desiderato durante l’utilizzo.

A chi è adatto il massaggiatore anticellulite elettrico?

Il massaggiatore anticellulite è utile per tutti quelli che vogliono un prodotto che sia da utilizzare in maniera rapida e con quello che è il minimo sforzo e che penseranno di utilizzare tale apparecchio sempre a casa visto che di solito tali modelli sono molto più ingombranti da portare con sé. Questa è una tipologia ideale per tutti coloro a cui non importa di dover poi impiegare necessariamente quella che è la corrente elettrica per il loro cavo d’alimentazione o di dover andare a sostituire regolarmente le pile.

Massaggiatore anticellulite manuale

Il massaggiatore anticellulite di tipologia manuale è quel massaggiatore che rappresenta la possibilità di far gestire in modo completamente autonomo il movimento dell’apparecchio, che potrà essere corredato di un numero variabile di sfere o di quelli che sono gli altri elementi massaggianti. Ci sono dei massaggiatori di tipo manuale che sono in plastica e hanno la forma di un anello, invece, ce ne sono altri che sono più semplici ed economici e che ricordano una spazzola in legno che ha delle sfere in plastica. In entrambi i casi l’azione che fa è efficace ma meno “intensiva” di quella della tipologia di massaggiatore per cellulite elettrico, rispetto però al fatto che comunque i modelli anticellulite che sono manuali hanno il vantaggio di essere economici e di facile trasporto.

A chi è adatto il massaggiatore anticellulite manuale?

A chi cerca un modello piccolo, leggero e da poter utilizzare ovunque, magari dopo la doccia, in palestra o in piscina. Volendo, si può utilizzare questo massaggiatore anche sotto l’acqua per ottimizzare i tempi, se non si vuole applicare un siero o crema dopo essersi lavati. Ideale anche per chi voglia spendere poco e non dover affrontare altre spese aggiuntive come le pile di ricambio.

Tipi di struttura

Un fattore molto importante è quella che è la struttura del massaggiatore, che va ad influenzare in maniera molto importante quelle che sono le applicazioni possibili, con la praticità di utilizzo del modello. Ci sono principalmente almeno tre tipologie di prodotti, che possiamo trovare elencati e descritti nel dettaglio in quello che andremo a mostrarvi tra poco in questa guida generale. Ci saranno peculiarità dei prodotti, ma anche vantaggi e svantaggi dei prodotti stessi.

Massaggiatore con manico

Il massaggiatore elettrico con il manico è adatto a tutte le zone del corpo, soprattutto anche quelle che sono difficili da poter raggiungere da soli, come le zone delle spalle e della schiena. Sono adatti ai massaggi rilassanti, sono anche ingombranti, rendono necessari l’utilizzo della rete elettrica per essere alimentati. Ma sono consigliati per quello che è il trattamento di cosce, dei glutei, delle gambe e braccia. Modello molto ergonomico e anche comodo da maneggiare. Quando è elettrico, diventa necessario l’utilizzo della rete elettrica. Ma il modello con il manico tondo non va bene per tutte le zone del corpo.

Massaggiatore manuale ad anello

Questo massaggiatore manuale ad anello è ideale per essere portato dietro ovunque si vada, si deve utilizzare sotto la doccia e va bene per tutte le zone del corpo, ha un’azione meno intensa e meno potente di quelli che sono i modelli elettrici.

Cose da sapere sui massaggiatori

Come si può evincere, appurandolo da quello che vi abbiamo elencato fino a ora, non esiste una vera e propria struttura di massaggiatore che sarà in assoluto migliore delle altre, ma è importante che si consideri quello che è il tipo di utilizzo e tutte le aspettative che si avranno dal proprio prodotto per poter fare in modo di individuare il modello che sarà più adatto alle proprie esigenze. Alcuni degli elementi che sono stati elencati, come quelli nel caso del fattore maneggevolezza, sono solitamente soggettivi perché, per molte persone potrà essere comodo e più semplice da utilizzare il modello con il manico rispetto a quelli che sono tondi, ma anche al contrario, per cui potrà essere più utile uno tondo che si adatterà meglio alla mano e simulerà l’azione che svolgeremo a mani nude.

Massaggio anticellulite alle braccia

Ci sono delle tipologie di massaggiatori, di quelli menzionati, che possono essere utilizzati non solo per uno specifico massaggio, ma anche per quelle che sono altre tipologie di trattamenti per l’epidermide, per distendere i muscoli o per attenuare il dolore muscolare. Ma, alcuni massaggiatori anticellulite hanno come scopo solo quello di aiutare le persone a ridurre o, meglio, a prevenire quello che è l’insorgere della cellulite, infatti, potranno includere delle funzioni che ampliano quelle che sono le loro applicazioni d’uso, potendo renderli dei massaggiatori versatili e utilizzabili anche per altri fini che non siano solo quelli estetici.

Elementi multi-funzione di un massaggiatore

Stileremo quello che risulta essere l’elenco delle funzioni extra:

  • Troviamo le testine: esistono dei modelli di massaggiatori con il manico che consentono di variare la testina in uso e di poter rendere in questo modo possibile fare non solo il massaggio vero e proprio della pelle, ma anche di poter eseguire altri trattamenti, il tutto sfruttando solamente un prodotto. Si potrà disporre di testine con setole per poter detergere la pelle, delle testine esfolianti, ma anche delle testine per l’assorbimento dei cosmetici e, infine delle testine massaggianti classiche, che potranno comunque sia variare quella che è la loro forma e la tipologia degli elementi massaggianti da cui vengono costituite.
  • Raggi infrarossi: sono tutti quei massaggiatori che prevedono al contempo l’emissione di tali raggi che possono diventare a tutti gli effetti quei dispositivi per la cura del dolore stesso, ma anche di altri problemi muscolari. Infatti, come dovremo sapere, sono onde elettromagnetiche che vanno a penetrare in profondità nella pelle per poi rilasciare quella che è una piacevole sensazione di calore, facendo sì che si rilassino i tessuti muscolari e permettendo in questo modo il discioglimento della tensione in certe zone critiche del corpo, quali le spalle o il collo. Per tale motivo, i massaggiatori sono consigliati a chi ha anche delle tendiniti, dei dolori alla schiena, delle contratture ai muscoli e altre patologie simili. Non solo, ma le proprietà di tali raggi influiscono anche sull’ossigenazione dei tessuti per favorire quella che è l’espulsione delle tossine.

Altri massaggi

Ma, oltre che a riattivare la circolazione, ci sono dei modelli di massaggiatori che potranno essere utilizzati anche solo per ottenere quello che è un semplice effetto rilassante sulle parti del corpo che desideriamo, tra cui le più soggette a stress che sono le spalle e la schiena. In linea generale, tutti i vari massaggiatori anticellulite potranno essere utilizzati anche a tale scopo, pure se applicati su altre zone del corpo che non sono colpite dalla cellulite. Da sottolineare, però, è che la differenza tra alcuni modelli sta nel fatto che non tutti si prestano molto bene a quest’uso: ne è un esempio il caso di quei massaggiatori tondi che, a causa della loro forma, potrebbero essere più scomodi o anche difficili da utilizzare su delle zone del corpo, come ad esempio quella che è la parte posteriore di gambe, braccia e cosce.

I massaggiatori anticellulite ad azione sottovuoto

Esistono anche delle tipologie che sono molto più rare, ovvero quei massaggiatori che fondano la loro efficacia sul cosiddetto endomassaggio sub-cutaneo, questa è una pratica che permette di agire su tutti gli strati epidermici, non solo su quelli che sono più superficiali. Visto il loro aspetto, che sono simili a delle coppette in silicone per cellulite, a differenza di quanto si potrà pensare, non comprimeranno la pelle e non la presseranno, semplicemente andranno ad esercitare un’azione di trazione grazie anche alla possibilità di aspirare. Infatti, l’uso di questa tipologia di massaggiatore, necessita però di una certa manualità e della delicatezza: questo per evitare che i lividi  compaiano e siano dovuti all’aspirazione eccessiva, ma dopo alcune sedute si potranno già notare i primi risultati. Inoltre, è consigliato utilizzarli in abbinamento con le varie creme, i gel o lozioni per poter favorire il massaggio e l’azione drenante.

Quanto costa un massaggiatore?

Solitamente, questi massaggiatori anticellulite sono dei prodotti che non sono eccessivamente costosi, infatti il loro prezzo si aggira fino a un massimo di 50 €, questo per quei modelli con manico e, invece, di massimo 15 € nei modelli manuali. Tutti quei massaggiatori tondi, invece, si dovranno collocare in una posizione di mezzo, con prezzi che oscillano dai 15 ai 30 € circa. Ricordatevi, poi, che i modelli di massaggiatori manuali non implicano nessuna spesa aggiuntiva, ma tutti gli altri tipi renderanno necessario o il consumo della corrente elettrica, ma anche l’acquisto di nuove pile che dovranno essere sostituite all’interno dell’apparecchio. Chiaro è che i costi sono più alti se andremo a valutare quelli che sono i vari massaggiatori “generici”, cioè si tratta dei modelli che vengono pensati per un utilizzo su tutto il corpo e che, grazie a quella che è una testina specifica, possono essere poi anche utilizzati per il trattamento della cellulite. Ma, non è detto che si tratti sempre di massaggiatori che includono gli accessori per l’azione anticellulite, perché in realtà il loro scopo iniziale è solamente quello di andare a stimolare o a distendere il muscolo, come anche si evince dalle loro strutture che assomigliano a quelle di una spazzola con un manico molto lungo, che poi è ideale per poter raggiungere con molta facilità tutta la schiena, questo senza affaticarsi troppo nel movimento. In tal caso i prezzi potranno arrivare anche a 70-100 € circa, soprattutto per tutti quei prodotti che integrano i raggi infrarossi.

Come ottenere il massimo dei risultati?

Va sottointeso che il massaggiatore rappresenta quello strumento che è ausiliario nel contrastare la cellulite presente e per evitare l’insorgere di nuova ma che, da solo, non potrà mai portare a dei risultati significativi. Non si potrà chiedere infatti che si tratti di una soluzione rapida e totalitaria, visto che non è così, ma, contrariamente a quanto si pensi, per vedere quelli che dovranno essere gli effetti e per poter ottenere il massimo risultato dal massaggiatore anticellulite, si dovranno associare al suo regolare e frequente utilizzo un elenco di buone pratiche:

  • Dovrà essere applicata una buona crema o un siero anticellulite ogni volta che si dovrà fare il massaggio,
  • Si dovrà effettuare molta attività fisica e in generale si deve evitare di avere uno stile di vita piuttosto inattivo, soprattutto per tutti quelli che svolgono dei lavori sedentari,
  • Ci si dovrà alimentare in maniera sana e bere molta acqua,
  • Si dovrà evitare il fumo e limitare molto il consumo di bevande alcoliche.

Come anticipato, queste sono tutte delle buone regole che aiuteranno a risolvere il problema della cellulite, in parte, perché permettono di acquisire comunque sia una buona forma fisica, uno stile di vita salutare e rimanere attivi. 

Conclusioni

Per cui, abbiamo spiegato tutte quelle che sono le principali caratteristiche di tutti i vari modelli di massaggiatore anticellulite che sono attualmente in commercio. Adesso, indipendentemente da quelle che sono le esigenze e le preferenze di ognuno, si dovrà ricordare quello che è il fattore determinante per la reale efficacia di tali strumenti: la costanza nel farne uso.

Valentina Bindi

Back to top
menu
massaggiatorecontrolacellulite.it