Guida alla scelta dei massaggiatori anticellulite a ultrasuoni: consigli per l’acquisto e modelli per costi e marche

Il massaggiatore elettrico a ultrasuoni è la soluzione ideale per chi desidera ottenere un miglioramento del proprio fisico e risolvere definitivamente i propri problemi di cellulite. Tra l’altro questi dispositivi aiutano a prevenire questa malattia della pelle che tende a colpire la gran parte delle donne in età fertile. In questa guida tratteremo nello specifico dei massaggiatori ultrasuoni che aiutano a ridare tono ed elasticità alla propria pelle, senza dover andare dall’estetista. Questi piccoli oggetti infatti, sono adatti soprattutto a coloro che non hanno tempo o voglia di recarsi nei centri estetici.

Possono essere usati, infatti, tranquillamente anche in casa. Può fornire i risultati sperati soprattutto se abbinati ad altro, anche la pressoterapia. Inoltre questi massaggiatori elettrici si possono usare anche abbinati con un buon elettrostimolatore, che aiuta a tonificare i muscoli. Inoltre l’uso di questi massaggiatori andrebbe sempre integrato con uno stile di vita sano e con una regolare, ma moderata attività fisica, accompagnata da una dieta equilibrata. In questo modo sarà possibile ottenere la perfetta forma fisica.

I massaggiatori anticellulite funzionano davvero?

I massaggiatori ultrasuoni molto spesso forniscono davvero i risultati sperati. Infatti le tecnologie utilizzate dal massaggiatore sono davvero innovative e al contempo sicure. Molto spesso sono proprio le stesse utilizzate dai centri estetici professionali. Naturalmente, come già detto in precedenza, sono strumenti creati appositamente per l’ambito domestico, ma forniscono gli stessi risultati. I risultati infatti sono visibili dopo pochi massaggi, all’incirca dopo un mese. La pelle apparirà tonica ed elastica e al contempo luminosa e compatta. Dopo un paio di settimane si cominceranno a notare i primi risultati e benefici sulla cosiddetta ”pelle a buccia d’arancia” e sugli antiestetici cuscinetti.

Il funzionamento dei massaggiatori ad ultrasuoni

I massaggiatori ad ultrasuoni funzionano in base a due importanti tecnologie:

  • radiofrequenza
  • cavitazione ultrasonica

Per quanto riguarda la radiofrequenza va specificato che viene utilizzata per fornire compattezza, nutrimento e al contempo tonicità all’epidermide. Grazie a questa tecnologia l’attrezzo sarà predisposto a produrre calore, questo garantisce alla pelle la formazione di collagene ed elastina, presente in tutti i tessuti. La radiofrequenza è anche molto utile per il viso, il collo e il corpo in generale, anche se principalmente per braccia, addome, interno coscia e glutei. Inoltre è un valido alleato anche contro i cuscinetti di adipe e la pelle ormai priva di tono, come per esempio l’addome in gravidanza, le smagliature (quelle recenti, cioè che non sono ancora divenute bianche) e persino le rughe. Se invece si punta a combattere la ritenzione idrica è sconsigliato l’uso della radiofrequenza.

La cavitazione ultrasonica sfrutta la creazione di bollicine che avviene all’interno dei tessuti. Queste creano la lisi cellulare, ossia la rottura delle cellule di grasso. In genere è molto utile per ridurre di molto il grasso corporeo, favorendo anche la riduzione della ritenzione idrica. L’utilizzo è consigliato unicamente per il corpo, specialmente su alcune zone come glutei, cosce, fianchi e addome, sulle quali è più comune che si accumuli il grasso con cuscinetti in eccesso e si formi la cosiddetta ”pelle a buccia d’arancia”. I massaggiatori ad ultrasuoni per lavorare meglio usano diverse frequenze, sia alte che basse.

Altre caratteristiche dei massaggiatori ad ultrasuoni

I massaggiatori ad ultrasuoni possono lavorare anche con: 

  • vibrazioni
  • led infrarossi

Le vibrazioni donano un effetto snellente alla pelle e tonificano nel modo più rapido ed efficace possibile. Inoltre il sistema dei massaggiatori con vibrazioni aumenta la temperatura della pelle di circa un grado. Questo aspetto migliora di molto l’andamento del microcircolo, fornendo maggiore nutrimento ai tessuti. In questo modo anche se si utilizzano delle creme dopo il trattamento del massaggio, verranno assorbite di più dalla pelle. Inoltre le vibrazioni riducono anche la ritenzione fisica sul corpo, migliorando il colorito e in generale la compattezza non solo dell’epidermide in generale ma anche del viso.

I dispositivi ad ultrasuoni che hanno anche i led infrarossi sono adatti sia al viso che al corpo. Le luci, che si presentano con diversi colori, corrispondono ognuna ad un diverso trattamento disponibile da effettuare sull’epidermide. Tra i tanti benefici che apportano ci sono la riduzione delle rughe e la pulizia profonda della pelle. La luce led rossa aiuta a stimolare il collagene e in generale l’attività cellulare, tonificando anche la pelle. Quella a luce blu pulisce la pelle e riequilibra la produzione di sebo, eliminando non solo gli inestetismi ma anche altre problematiche come l’acne e varie imperfezioni. Quando la luce led è attiva sarebbe consigliabile usare sempre degli occhialini protettivi.

Questi trattamenti possono essere svolti fino a 3 volte a settimana. Le sedute infatti sono rapide e si svolgono velocemente. Il massaggio può durare dai dieci ai trenta minuti, dipenderà dall’intensità del trattamento che si desidera fornire alla propria pelle. Per effettuare i passaggi corretti bisogna prendere in mano il manipolo e fare dei movimenti dal basso verso l’alto, in modo circolare. Per le prime tre settimane l’intensità del massaggio dovrà essere inferiore, soprattutto sul viso, altrimenti la pelle potrebbe diventare troppo sensibile. In seguito si potrà aumentare a seconda delle proprie esigenze. Come già accennato precedentemente, ogni massaggiatore ad ultrasuoni andrebbe sempre usato abbinandolo ad una crema snellente o idratante, ma comunque anticellulite.

Le controindicazioni dei massaggiatori anticellulite ad ultrasuoni

I massaggiatori anticellulite ad ultrasuoni sono comunque dei macchinari estetici e per questo, dato che entrano in contatto con il corpo, potrebbero avere delle controindicazioni. Infatti non è consigliabile usarli in caso di:

  • gravidanza
  • tumori ( si possono usare entro almeno cinque anni dalla guarigione completa e per qualsiasi utilizzo prima va chiesto consiglio al proprio medico)
  • pacemaker e protesi
  • vene varicose e problemi circolatori
  • utilizzo di medicinali quali antibiotico o eventualmente anche il cortisone

Inoltre i massaggiatori anticellulite ad ultrasuoni sono apparecchi piccoli e compatti. Per questo possono essere anche portatili, cioè è possibile tenerli con sé quando si viaggia. Agiscono in tutte le zone più critiche le corpo, anche quelle sulle quali la cellulite è più presente. Se dopo qualche trattamento ci sono dei rossori non bisogna preoccuparsi perché è una reazione della pelle del tutto normale. Dopo circa una mezz’oretta la pelle ritornerà del suo colore naturale.

Back to top
menu
massaggiatorecontrolacellulite.it