Massaggiatore anticellulite con maniglia o con manico: cosa acquistare? Guida al confronto, dettagli, consigli

La cellulite è un problema molto diffuso, sia nelle donne che negli uomini. E’ un inestetismo che colpisce soprattutto le aree più critiche come ad esempio le cosce, i glutei, l’addome e le braccia. Spesso trovare una soluzione che sia valida può essere molto difficoltoso, eppure esistono. Il massaggiatore anticellulite, infatti, riesce a migliorare notevolmente la situazione e anche risolverla quasi del tutto in alcuni casi e se abbinato a determinate azioni svolte nella quotidianità.

Sicuramente tra le azioni migliori da svolgere quando si soffre di cellulite c’è quella di avere delle buoni abitudini alimentari. E’ importante svolgere anche della regolare attività fisica per prevenire e combattere questo fastidioso inestetismo che dal punto di vista estetico rende la pelle ”a buccia d’arancia”, mettendo in risalto dei piccoli buchini che altro non sono che semplici accumuli di grasso.

Come usare un massaggiatore anticellulite

Un massaggio anticellulite con un massaggiatore può essere fatto sia in un centro estetico, sia liberamente e tranquillamente in casa, da soli.  Innanzitutto va sempre specificato che è importante abbinare questi macchinari, per un risultato notevole, con delle apposite creme e dei sieri specifici per la cellulite. Inoltre la pelle deve essere necessariamente inumidita per permettere allo strumento di agire in sicurezza, fornendo e garantendo degli ottimi risultati. Il massaggio da effettuare viene denominato linfodrenante, ossia utile alla stimolazione della circolazione per favorire il drenaggio dei  liquidi in eccesso.

Nel mondo del mercato esistono tante tipologie di massaggiatori:  quelli con i manici e quelli senza. L’unica differenza che intercorre tra questi tipi di massaggiatori è l’impugnatura che forniscono, la scelta dipenderà soprattutto da come si preferisce impugnare e mantenere l’oggetto. Inoltre per effettuare un massaggio che sia realmente valido, bisognerebbe seguire questo schema: 

  • Effettuare movimenti dal basso verso l’alto, in direzione del cuore. Questo movimento permette al flusso sanguigno di indirizzarsi verso le vene periferiche.
  • Dare colpi lunghi e ampi rigorosamente verso l’alto, effettuando una pressione moderata sulla pelle.

Infine è molto importante effettuare dei massaggi ampi e circolai per circa dieci minuti. In questo caso bisogna insistere sulle zone più interessate e al contempo critiche. Dopo dieci minuti di massaggio va rallentata la sequenza, effettuando sempre una minore frequenza. Il massaggio in genere termina con dei movimenti ampi, ma al contempo rilassati sempre diretti verso la zona del cuore e rigorosamente, come già accennato precedentemente, dal basso verso l’alto.

Effetti di un massaggio con un massaggiatore anticellulite

Dopo il massaggio è possibile notare anche un lieve rossore. Si tratta di una reazione del tutto normale e risolvibile in modo temporaneo e soprattutto spontaneo. Proprio per questi motivi è molto importante, soprattutto dopo il massaggio, usar una crema idratante che sia utile al corpo, affinché la pelle possa riacquistare il suo naturale equilibrio.

Inoltre, quando si acquista un macchinario di questo calibro, è sempre importante tenere in considerazione le istruzioni d’uso poste sulla confezione. Ogni macchinario per la cellulite è diverso e fornisce delle funzioni non sempre uguali, soprattutto se si tengono in considerazione i vari modelli che ci sono in commercio nel mondo del mercato.

Cos’è un massaggiatore anticellulite e quando utilizzarlo

Come già accennato in precedenza, un massaggiatore anticellulite è un dispositivo pratico e molto efficace da usare. Effettua proprio un massaggio mirato sulle zone più critiche. Potrebbe essere addirittura usato in caso di particolari dolori articolari e contratture muscolari. Proprio per questo motivo si tratta di un oggetto molto più versatile rispetto ad altri, in qualsiasi modo lo si scelga di acquistare. Come già anticipato, può essere elettrico o manuale. E’ formato da una base fissa sulla quale sono generalmente presenti coni, testine e setole che svolgono in contemporanea diverse funzioni. E’ possibile regolarsi con varie intensità e modalità.

I  vantaggi di un massaggiatore anticellulite

Innanzitutto, tra i principali vantaggi di un massaggiatore anticellulite c’è quello di levigare e di modellare la pelle. Riduce la pelle a buccia d’arancia, agendo nello specifico in profondità. Favorisce anche la circolazione e il drenaggio dei liquidi in eccesso. Se usato con apposite creme e con sieri anticellulite aumenta gli effetti e i benefici, contribuendo a snellire l’intera corporatura senza alcun tipo di difficoltà e problematica. 

Inoltre permette di risparmiare tempo, garantendo ottimi risultati, agendo direttamente negli strati più profondi della pelle, andando a colpire le zone critiche. Se si rispettano tutte le regole fin qui mostrate i risultati saranno garantiti nel giro di poche settimane e gli effetti saranno visibili persino ad occhio nudo.

I principali marchi di un massaggiatore anticellulite

Per acquistare un massaggiatore anticellulite bisogna innanzitutto considerare il rapporto qualità prezzo. Tra i principali marchi ci sono: Spark massaggiatore anticellulite, Beper Body Sense a infrarossi, Ardes e Naipo massaggiatore a percussione. Altre regole da ricordare per mantenersi sempre in forma sono:

  • mangiare bene
  • svolgere attività fisica
  • evitare fumo e alcool
  • non indossare sempre jeans attillati
  • bere almeno due litri  d’acqua al giorno

Seguendo pochi e semplici consigli è possibile ottenere un corpo sano e curato anche dal punto di vista estetico, lasciandosi aiutare da un buon massaggiatore anticellulite sia per prevenire che per curare l’inestetismo della pelle.

Back to top
menu
massaggiatorecontrolacellulite.it