Massagiatore anticellulite con maniglia o ad anello: cosa scegliere? Guida al confronto, dettagli, consigli

La cellulite è un inestetismo della pelle. E’ un  problema molto diffuso soprattutto nelle aree definite più critiche come i glutei, le cosce, l’addome e le braccia. Spesso porre rimedio alla cellulite sembra impossibile, ma grazie ai massaggiatori anticellulite è possibile ridurre di molto il problema, se non addirittura farlo sparire. Possono essere dei validi alleati anche per la prevenzione dell’insorgere della cellulite. Naturalmente la sua azione massaggiante va abbinata a determinate azioni. Per esempio va detto che è opportuno seguire sempre delle buone abitudini alimentari, mangiare alimenti sani e bere molta acqua, circa 1 o 2 litri al giorno. Se si integra l’alimentazione con verdure ricche di acqua sarebbe ancora meglio, in modo tale da mantenere il corpo sempre ben idratato. E’ fondamentale, inoltre, svolgere una regolare attività fisica. Per sconfiggere il problema della cellulite, dunque, bisogna avere sempre buona volontà e impegno.

Differenze tra il massaggiatore anticellulite manuale e quello elettrico

Ogni dispositivo è diverso l’uno dall’altro e per questo la scelta dovrebbe ricadere su fattori come la comodità o le diverse funzionalità. Alcuni oggetti offrono anche la possibilità di effettuare altri tipi di massaggi, come per esempio quelli che presentano la tecnica a infrarossi, molto utile per diffondere calore e raggiungere i risultati in poco tempo.

I massaggiatori anticellulite manuale sono economici e molto leggeri. Sono facili da usare e possono essere trasportati facilmente anche in viaggio. Non hanno bisogno di energia elettrica o pile, ciò vuol dire che forniscono un massaggio alla pelle meno intensivo. Sono esclusivamente gestiti da colui che sceglie di usare quel determinato attrezzo. Il massaggio dunque non è per niente aiutato da un sistema di rotazione automatico, ma si basa sulla manualità di chi lo usa per bisogno.

I massaggiatori elettrici, invece, sono formati da setole e testine che si muovo in automatico. Questo permette di effettuare un massaggio più intenso e regolabile secondo le proprie necessità. Lo sforzo e il tempo saranno sicuramente ridotti, ma risultano poco pratici a causa soprattutto della presenza dell’alimentazione che è solo ed esclusivamente tramite energia elettrica o pile che di solito appaiono particolarmente ingombranti.

Massaggiatori anticellulite con manico, maniglia o anello: quale scegliere

I massaggiatori anticellulite possono avere anche un manico, in genere sono quelli elettrici che lo posseggono. E’ specifico per raggiungere tutte le zone del corpo, anche quelle più difficili da raggiungere, fornendo anche un massaggio rilassante. La maniglia invece, è indispensabile per effettuare il massaggio su cosce, glutei, braccia e gambe. In questo modo però, non sarà possibile effettuare il massaggio su tutto il corpo con facilità e, in questo caso, il massaggiatore può essere sia manuale, sia elettrico. Infine, la forma ad anello appartiene di solito ai massaggiatori manuali. Raggiunge tutto il corpo, è leggero, ma al contempo potente. Garantisce un massaggio meno intensivo, ma comunque utile per esfoliare e stimolare la circolazione del sangue.

Come usare il massaggiatore anticellulite

Quando si effettua un massaggio anticellulite bisogna sempre abbinare creme e sieri specifici. La pelle deve essere inumidita per garantire allo strumento la giusta scorrevolezza sulla pelle, agendo così in tutta sicurezza senza creare danni e problematiche. Il massaggio che effettuerà il massaggiatore sarà di tipo linfodrenante, ossia realizzato per stimolare la circolazione e il drenaggio dei liquidi in eccesso. Per eseguire un massaggio corretto è bene seguire delle poche e semplici regole: 

  • I movimenti devono essere effettuati dal basso verso l’alto,
  • Bisogna dare dei colpi sulla pelle ampi e sempre verso l’alto.
  • Si devono effettuare massaggi ampi e al contempo circolari per circa dieci minuti, soffermandosi sempre nelle zone più critiche sulle quali la cellulite è proprio stratificata.
  • dopo dieci minuti si dovrebbe ridurre la frequenza in modo graduale ed effettuare poi una pressione minore.
  • il massaggio si deve terminare con movimenti ampi ma rilassati, sempre in direzione del cuore e dal basso verso l’alto.

Dopo il massaggio è molto probabile che sulla pelle ci sia un po’ di rossore. Si tratta di una condizione del tutto normale che si risolverà spontaneamente. Dopo il trattamento è consigliabile usare sempre una crema idratante, in tal modo il corpo riacquisterà il suo normale equilibrio. Inoltre quando si usano questi massaggiatori è consigliabile sempre attenersi alle istruzioni d’uso che di solito vengono riportate sulla confezione. Ogni macchinario anticellulite è diverso dall’altro e presenta delle funzioni che non sempre sono uguali tra i vari modelli che sono disponibili in commercio.

Come funziona il massaggiatore anticellulite

Il massaggiatore anticellulite riesce a levigare e modellare la pelle, rendendola decisamente più elastica. Riduce persino l’effetto della cellulite che provoca la pelle cosiddetta ”a buccia d’arancia”, poiché agisce in profondità, rendendo anche la circolazione migliore e favorendo il drenaggio dei liquidi in eccesso. Se viene usato combinando creme o sieri anticellulite se ne amplificano gli effetti, aiutando a snellire la silhouette senza alcuna difficoltà o problematica.

E’ molto utile anche perché fa risparmiare tempo, garantendo comunque degli ottimi risultati. Agisce come un vero e proprio massaggiatore anticellulite perché arriva a raggiungere anche gli strati più profondi della pelle, semplicemente muovendolo correttamente sulle zone più critiche. Per usarlo vanno rispettate poche e semplici regole e gli effetti saranno visibili dopo poco tempo, spesso nel giro di qualche settimana, anche ad occhio nudo.

Il massaggiatore anticellulite: le funzioni e le regole da seguire per combattere la cellulite definitivamente

Il massaggiatore anticellulite da solo, soprattutto se usato poche volte a settimana, non garantisce sin da subito i risultati sperati. La cellulite è una malattia della pelle che si combatte anche seguendo uno stile di vita sano, i principali consigli per contrastare questo inestetismo possono essere:

  • mangiare bene
  • svolgere una buona attività fisica
  • evitare di fumare e bere alcol in quantità eccessive
  • indossare poche volte i jeans stretti o skinny
  • bere almeno 2 litri d’acqua al giorno e se proprio non si riesce berne quantomeno un litro

 

Back to top
menu
massaggiatorecontrolacellulite.it